Winifred – Centro per l’innovazione culturale

WINIFRED – CENTRO PER L’INNOVAZIONE CULTURALE

Laboratorio aperto in cui welfare culturale e welfare sociale dialogano e collaborano, per essere un luogo di rigenerazione a base culturale.

I bisogni connessi all’impoverimento culturale sono strettamente legati con il crescere delle disuguaglianze economiche e sociali, con le nuove vulnerabilità, che minano il rapporto tra i principali attori della comunità educante, tra famiglie e agenzie educative, prime tra tutte la scuola.

La Cooperativa Koala crede fortemente in un welfare che può essere declinato in modi ed ambiti diversi fino ad arrivare ad una sua riproposizione in chiave culturale, un welfare che sa rispondere alle povertà educative attraverso la formazione e l’educazione al bello.  Per questo ha accolto con entusiasmo l’occasione fornita dal progetto “Percorsi Partecipati di Innovazione al Centro culturale Sant’Agostino”, promosso dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Crema, dove la Cooperativa ha svolto alcune attività (organizzazione di un Webinar e di un Corso sulla costruzione di un podcast).

Da questo percorso è nata una partneship/dialogo e progettazione di Winifred, Centro per l’innovazione culturale, che nasce all’interno del Centro Culturale Sant’Agostino di Crema, sede del Museo Civico di Crema e del Cremasco e delle attività culturali del Comune di Crema. Winifred prende forma come laboratorio aperto in cui welfare culturale e welfare sociale dialogano e collaborano, mescolando i pubblici e lavorando con i giovani e giovanissimi, risorsa vitale del territorio, insieme ai fruitori dell’arte e ai cittadini di Crema, per essere un luogo di rigenerazione a base culturale.

Winifred nasce con Koala tra i partner per cogliere una occasione, quella di creare un luogo in cui sperimentare una sintesi nuova e inedita tra settori diversi della PA, enti di terzo settore e soggetti dell’ambito profit, tutti uniti nel perseguire uno sviluppo armonico, inclusivo e capace di creare valore, in cui tutti gli attori della comunità sono parte attiva. In questo tipo d’approccio la leva culturale è prezioso strumento in grado di attivare energie comunitarie e di prefigurare scenari futuri.