Assistenza Domiciliare Minori – Incontri Protetti

ASSISTENZA DOMICILIARE MINORI – INCONTRI PROTETTI

Tra i Servizi alla Persona che la Cooperativa Koala svolge in rete con la Tutela Minori, vi sono l’Assistenza Domiciliare Minori (ADM) e gli Incontri Protetti (SIP).

L’intervento di ADM è un servizio rivolto a minori inseriti all’interno di situazioni familiari o ambientali di fragilità. È inoltre un intervento volto a sostenere l’intero nucleo familiare nella gestione delle dinamiche relazionali con il minore.

I destinatari possono essere minori che vivono una situazione di carenza di attenzione verso i bisogni affettivi ed educativi, che vivono inseriti in gravi problematiche sociali e culturali, minori soggetti a provvedimenti dell’Autorità Giudiziaria o anche minori che attraversano un periodo di generica difficoltà.

Le finalità del Servizio di Adm sono sia preventive che riparative, e sono volte essenzialmente a:

  • tutelare e sostenere i minori che vivono esperienze di difficoltà;
  • promuovere le risorse educative/relazionali presenti sia nei minori che nel loro nucleo familiare;
  • favorire l’integrazione nel contesto sociale;
  • accompagnare i genitori ad un esercizio più consapevole della propria genitorialità

Gli obiettivi del servizio ADM sono diretti al minore per

  • favorire uno sviluppo equilibrato attraverso un intervento educativo finalizzato al raggiungimento di autonomie,
  • sollecitare l’organizzazione di quotidianità, di problem solving, l’emergere di autoefficacia percepita e la socializzazione;

Gli obiettivi del servizio ADM sono diretti al nucleo familiare per:

  • favorire il recupero delle competenze genitoriali attraverso interventi che mirano al riconoscimento e all’accettazione della problematicità e a valorizzare e attivare potenzialità e risorse presenti nel nucleo familiare;
  • sollecitare la costituzione di reti relazionali sostenibili per la famiglia.

La Cooperativa Koala si avvale per espletare il servizio ADM di personale laureato e qualificato in grado sia di interfacciarsi con sistemi familiari complessi e formati al lavoro di rete.

Gli incontri protetti (SIP) sono un servizio che viene attivato a seguito di provvedimento emesso dall’Autorità Giudiziaria.

Gli incontri protetti  hanno la finalità di favorire e facilitare il mantenimento o la ricostruzione della relazione genitori – figli nell’ambito di nuclei familiari caratterizzati da situazioni fortemente conflittuali o maltrattanti o affetti da problematiche sanitarie (psichiatriche o di dipendenza), ovvero minori collocati in comunità alloggio/affido familiare, a tutela dei quali l’Autorità Giudiziaria dispone la limitazione della relazione genitori – figlio incaricando il Servizio sociale di garantire e regolamentare i rapporti in forma protetta.

Gli Incontri Protetti si svolgono presso uno spazio neutro alla presenza di un Educatore Professionale. Tale “Spazio Neutro” consiste in una stanza attrezzata con giochi, tavoli ed angoli strutturati per facilitare e consentire l’interazione e la relazione tra i membri del nucleo ed è definito luogo “neutro” perché non appartiene ad alcuna delle parti e quindi, gradualmente, può permettere a tutti i soggetti coinvolti di sentirsi legittimati ad “abitarlo”.